Numero 26 Aprile 2015

Il 21 marzo è il primo giorno di primavera. Si è voluto scegliere proprio questo giorno per celebrare (dal 1996) la Giornata della Memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime innocenti delle mafie. E’ una giornata istituita e promossa da Libera che, per citare Don Ciotti, costituisce non un semplice corteo, ma un grande abbraccio ai familiari delle vittime, i cui nomi vengono letti ad ogni edizione. Quest’anno la manifestazione si è svolta a Bologna, per ricordare insieme anche tutte le vittime del terrorismo che in questa città trovano un punto d’incontro: la strage alla stazione, la strage di Ustica, l’Italicus e il Rapido 904, la Banda della Uno Bianca. Abbiamo voluto registrare questa giornata, le sensazioni, le domande che ci si pone e le risposte che troppo spesso vengono a mancare e si pretendono con forza. Non solo da Libera ma da tutto il mondo dell’antimafia, che trova nel 21 marzo un momento di riflessione e autovalutazione delle coscienze   

 

9 comments on “Numero 26 Aprile 2015

  1. […]   Dal nostro mensile di aprile “21 marzo, sempre” […]

  2. […]  Dal nostro mensile di aprile “21 marzo, sempre” […]

  3. […]   Dal nostro mensile di aprile “21 marzo, sempre”. […]

  4. […]   Dal nostro mensile di aprile “21 marzo, sempre” […]

  5. […]  Dal nostro mensile di aprile “21 marzo, sempre” […]

  6. […]   Dal nostro mensile di aprile “21 marzo, sempre” […]

  7. […]   Dal nostro mensile di aprile “21 marzo, sempre” […]

  8. […]   Dal nostro mensile di aprile “21 marzo, sempre” […]

  9. […]   Dal nostro mensile di aprile “21 marzo, sempre” […]