Tag: de oto

SPORT E IDENTITA’ – La lotta alla discriminazione in ambito sportivo

copertina-sport-e-identita-la-lotta-alla-discriminazione-in-ambito-sportiv

Il libro, a cura del Prof. Antonello De Oto e con la prefazione di Vito Tisci, contiene al suo interno anche un capitolo del nostro Salvo Ognibene su “Sport ed etnia. Le politiche di non discriminazione per motivi razziali”.

 Il libro lo trovate qui

Il volume affronta dal punto di vista socio-giuridico il tema del valore dell’identità nello sport e dell’importanza di praticare attività sportive al fine di tutelare la differenza e sviluppare la capacità di conoscersi e stare insieme.

La lotta alla discriminazione nel mondo dell’associazionismo ludico, rappresenta una frontiera necessaria in una società che tende a volte a ghettizzare e dividersi. Lo sport, grande educatore e veicolo di valori positivi, è la nuova necessaria frontiera della tutela dell’interculturalità in una societas sempre più multietnica, multietica e multireligiosa.

Questa opera collettanea si avvale del contributo di giuristi che da diverse angoli di osservazione hanno saputo ricostruire la complessa tematica in oggetto: docenti universitari, avvocati, saggisti e giudici federali, hanno ricomposto quel mosaico di problematiche che le dinamiche della “glocalizzazione” portano sul tavolo della modernità, offrendo così al lettore, un quadro aggiornato delle novità e delle soluzioni poste in campo da chi è deputato a pensare e concretamente attuare politiche di contrasto a tutte le condotte devianti e discriminatorie nell’alveo della sana pratica sportiva.

Antonello De Oto è Professore Associato di Diritto Ecclesiastico italiano e comparato e Diritto delle religioni presso le Scuole di Giurisprudenza e di Scienze politiche dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. Autore di diverse monografie, curatele e saggi su riviste italiane e straniere, è responsabile studi e ricerche FIGC Settore Giovanile e Scolastico dell’Emilia-Romagna.

Interventi di: Antonello De Oto, Pasquale Caviano, Giuseppe Paccione, Maria Cristina Ivaldi, Nicola Fiorita, Massimo Giuseppe Adamo, Francesca Mollo, Salvo Ognibene.

Prefazione di Vito Tisci (Presidente Federazione Giuoco Calcio Italiana – Settore Giovanile e Scolastico)

I dilettanti. Si presenta a Bologna il libro di Pino Pisicchio

L’On. Pino Pisicchio  discute del libro con il Prof. Antonello De Oto della Università di Bologna

Introduce Gen. C.A. (aus) Antonio De Vita

Venerdì 13 novembre 2015 ore 19

Circolo Ufficiali dell’Esercito

Qui l’evento su Facebook

I dilettanti

Certamente Matteo Renzi è tutt’altro che un dilettante, a differenza di molti altri della sua generazione. È difficile, infatti, tenere lontana la sensazione che il ceto politico italiano sia stato invaso da una travolgente ondata di dilettantismo. Siamo, forse, di fronte al riavvio del moto oscillatorio che da sempre vede celebrare nel nostro paese la rappresentazione dell’antagonismo fra il vecchio e il nuovo. Vent’anni fa il pendolo cadde sul “nuovo” inteso come “lontano” dalla politica politicante e nacque il berlusconismo. In questo momento il moto armonico intercetta il “nuovo generazionale” come ultima possibilità, dopo aver consumato tutti i “nuovi” possibili in quattro lustri di imprudenti speranze e delusioni cocenti. Questo libro cerca, allora, di indagare i caratteri salienti del “nuovo” ceto politico italiano, esaminandone i vizi, le virtù, il linguaggio, lo scarso insediamento sociale, l’incerta formazione culturale e la distanza dai cittadini. Lo fa mettendo a confronto numeri e norme, il contesto italiano con quello di altri paesi democratici e il tempo odierno con stagioni passate. Lo fa, anche, gettando un occhio sul futuro.