Tag: pink floyd

Pink Floyd, ufficializzata la data di uscita del nuovo album

endlessriverpinkfloyd

Di Giovanni Modica Scala

La tanto attesa notizia è giunta qualche ora fa dal sito ufficiale della band inglese: il nuovo ed ultimo album di inediti, The Endless River, uscirà il 10 novembre 2014.

A dare il benvenuto ai visitatori di www.pinkfloyd.com la suggestiva copertina dell’album che appare gradualmente con un’animazione grafica. Nella veste definitiva della pagina, è possibile ascoltare una brevissima anteprima (che conferma le affinità con The Division Bell, il cui progetto iniziale – come risaputo – prevedeva un doppio CD che includesse anche brani poi scartati e riarrangiati per questo nuovo album).

The Endless River has as its starting point the music that came from the 1993 Division Bell sessions, when David Gilmour, Rick Wright and Nick Mason played freely together at Britannia Row and Astoria studios.  This was the first time they had done so since the ‘Wish You Were Here’ sessions in the seventies.  Those sessions resulted in The Division Bell, the band’s last studio album.
 
In 2013 David Gilmour and Nick Mason revisited the music from those sessions and decided that the tracks should be made available as part of the Pink Floyd repertoire.  It would be the last time the three of them would be heard together.  The band have spent the last year recording and upgrading the music,using the advantages of modern studio technology to create The Endless River.
 

C’è, inoltre, la possibilità di preordinare online The Endless River nelle tre modalità: CD standard, doppio vinile, deluxe box (che include un dvd/blu-ray con i brani mixati in 5.1 Surround, oltre a un set di memorabilia vari e contenuti extra).

Svelata anche la tracklist completa, suddivisa in quattro sides:

SIDE 1
Things Left Unsaid
It’s What We Do
Ebb and Flow

SIDE 2                                           
Sum
Skins
Unsung
Anisina

SIDE 3
The Lost Art of Conversation
On Noodle Street
Night Light
Allons-y (1)
Autumn ’68
Allons-y (2)
Talkin’ Hawkin’

SIDE 4
Calling
Eyes to Pearls
Surfacing
Louder Than Words

Nessun accenno alla eventuale presentazione dell’album. Quando abbiamo dato la notizia del nuovo album a metà luglio, si pensava potesse coincidere con l’inaugurazione della mostra internazionale proprio sui Pink Floyd, che si sarebbe dovuta tenere il 19 settembre a Milano. Purtroppo, però, la mostra è stata rinviata a data da destinarsi. Chissà che presto non ci siano novità anche su quel versante e che siano in relazione con il lancio del nuovo, si spera non ultimo, capolavoro.  

E’ ufficiale: ad ottobre il nuovo album dei Pink Floyd. Ma Waters non ci sarà.

Di Giovanni Modica Scala

 

Proprio nel giorno dell’anniversario di morte di Syd Barrett – fondatore dei Pink Floyd – arriva la conferma ufficiale da parte del gruppo: a ottobre uscirà un nuovo album, “The Endless River”.

 

Tre giorni fa era giunta la notizia tramite un tweet di Polly Samson (moglie del chitarrista/cantante dei Pink Floyd) ripreso immediatamente dalle principali testate giornalistiche.

 

 

A fargli eco, dopo qualche ora, la storica corista del gruppo di Cambridge, Durga McBroom, che aveva pubblicato sulla propria pagina facebook una foto in studio di registrazione con il maestro David Gilmour.

pink floyd

 

Ieri, finalmente, è giunta l’ufficialità: direttamente dal loro sito, i Pink Floyd hanno annunciato che “rilasceranno un nuovo album, The Endless River, a ottobre 2014. E’ un album di musica principalmente ambient e strumentale basato sulle sessioni di The Division Bell del 1993/4 con David Gilmour, Nick Mason and Richard Wright.  (…) Il lavoro è ancora in corso, maggiori dettagli saranno disponibili alla fine dell’estate”.

 

Dalle poche notizie che abbiamo, emergono tanti dubbi e una certezza. Quest’ultima è data dall’assenza di Roger Waters, bassista e cofondatore del gruppo, protagonista negli ultimi anni di mega concerti con i quali ha riportato in auge in giro per il mondo la mastodontica opera che è “The Wall”. Delusi saranno, dunque, quei fan che avevano sognato una vera e propria reunion dei tre membri “superstiti”, comparsi assieme a sorpresa proprio in occasione di una tappa del tour di Waters.

L’ultima esecuzione dal vivo dei quattro membri risale al luglio 2006, quando i Floyd presero parte al concerto di beneficenza Live8 suonando quattro brani.

E’ opportuno ricordare che dopo la pubblicazione di “The Final Cut(1983), album interamente composto dal bassista Waters – che aveva creato tensioni irreversibili all’interno del gruppo a causa della gestione autoritaria- vi fu un contenzioso giudiziario per l’appropriazione del “marchio” PINK FLOYD, conclusasi a favore della maggioranza (David Gilmour – chitarrista e cantante; Rick Wright – tastierista, deceduto nel 2008 – Nick Mason – batterista).

I tre, “espulso” Waters, pubblicarono in totale due album, l’ultimo dei quali, “The Division Bell, nel lontano 1994. Si tratta di una meravigliosa opera musicale che permette di apprezzare, su tutto, l’estro stilistico di David Gilmour e il non indifferente apporto compositivo di Rick Wright, il tutto condito dal delicato e inconfondibile tocco di Nick Mason .

Stando a quanto annunciato, “The Endless River” riprenderà proprio le atmosfere eteree di “The Division Bell”. Si tratta, infatti, di una pubblicazione di brani inediti in larga parte registrati proprio negli stessi anni dell’ultimo capolavoro. Il gruppo intende, con questa pubblicazione, rendere omaggio a Rick Wright, morto il 15 settembre di 6 anni fa.

Atteso e in larga parte totalmente inaspettato, l’evento coinciderà, da un lato, con la ricorrenza del ventennale di “The Division Bell” (per la quale sarà messa in vendita un’edizione speciale per collezionisti) e, dall’altro, con l’inaugurazione della mostra internazionale sul gruppo di Cambridge (“Their Mortail Remains) che avverrà il 19 settembre a Milano. C’è, infatti, chi vocifera che in quell’occasione potrebbe esserci anche un’anteprima del nuovo album.

C’è anche chi si chiede se ci sarà un tour di “The Endless River”, ma su questo versante si possono solo formulare congetture.

Per il momento ci accontentiamo della certezza che ascolteremo l’ennesima meraviglia targata Pink Floyd. E non è poco !