Tag: università

“L’eredità di padre Pino Puglisi”. A Bologna il 23 novembre

 

Mercoledì 23 novembre 2016 ore 21:00

Aula Magna di San Sigismondo, via San Sigismondo 7, Bologna

L’eredità di padre Pino Puglisi

On. Giancarla Codrignani, politologa

Prof. Antonello De Oto, docente di Diritto delle Religioni

Saranno presenti gli autori del libro Rosaria Cascio e Salvo Ognibene

 

2016-11-23_bologna_small

Il primo martire di mafia – L’eredità di Padre Pino Puglisi”,

è stato scritto a quattro mani dal nostro Salvo Ognibene e da Rosaria Cascio

Nel libro è presente un capitolo intitolato: “Il caso “Emilia” e le buone pratiche di pedagogia civile contro le mafie” e vi è anche un paragrafo dedicato alla Chiesa di Bologna e al suo arcivescovo mons. Zuppi. Alla presentazione prenderanno parte, oltre ai due autori, il Prof. Antonello De Oto, docente di Diritto delle Religioni. Introduce e coordina la politologa Giancarla Codrignani. L’evento è organizzato dalla Residenza Universitaria San Sigismondo con la collaborazione del Centro San Domenico

SPORT E IDENTITA’ – La lotta alla discriminazione in ambito sportivo

copertina-sport-e-identita-la-lotta-alla-discriminazione-in-ambito-sportiv

Il libro, a cura del Prof. Antonello De Oto e con la prefazione di Vito Tisci, contiene al suo interno anche un capitolo del nostro Salvo Ognibene su “Sport ed etnia. Le politiche di non discriminazione per motivi razziali”.

 Il libro lo trovate qui

Il volume affronta dal punto di vista socio-giuridico il tema del valore dell’identità nello sport e dell’importanza di praticare attività sportive al fine di tutelare la differenza e sviluppare la capacità di conoscersi e stare insieme.

La lotta alla discriminazione nel mondo dell’associazionismo ludico, rappresenta una frontiera necessaria in una società che tende a volte a ghettizzare e dividersi. Lo sport, grande educatore e veicolo di valori positivi, è la nuova necessaria frontiera della tutela dell’interculturalità in una societas sempre più multietnica, multietica e multireligiosa.

Questa opera collettanea si avvale del contributo di giuristi che da diverse angoli di osservazione hanno saputo ricostruire la complessa tematica in oggetto: docenti universitari, avvocati, saggisti e giudici federali, hanno ricomposto quel mosaico di problematiche che le dinamiche della “glocalizzazione” portano sul tavolo della modernità, offrendo così al lettore, un quadro aggiornato delle novità e delle soluzioni poste in campo da chi è deputato a pensare e concretamente attuare politiche di contrasto a tutte le condotte devianti e discriminatorie nell’alveo della sana pratica sportiva.

Antonello De Oto è Professore Associato di Diritto Ecclesiastico italiano e comparato e Diritto delle religioni presso le Scuole di Giurisprudenza e di Scienze politiche dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. Autore di diverse monografie, curatele e saggi su riviste italiane e straniere, è responsabile studi e ricerche FIGC Settore Giovanile e Scolastico dell’Emilia-Romagna.

Interventi di: Antonello De Oto, Pasquale Caviano, Giuseppe Paccione, Maria Cristina Ivaldi, Nicola Fiorita, Massimo Giuseppe Adamo, Francesca Mollo, Salvo Ognibene.

Prefazione di Vito Tisci (Presidente Federazione Giuoco Calcio Italiana – Settore Giovanile e Scolastico)

Aiutaci a sostenere Mafiamaps!

 

MafiaMaps è il primo progetto di un’App che permetta ad ogni cittadino la ricerca e la visualizzazione di carte geografiche sul fenomeno mafioso in Italia direttamente dal proprio smartphone, ovunque esso si trovi. Uno strumento per individuare facilmente i clan presenti sul territorio, eventuali beni confiscati e inchieste in corso, i reati accertati e i luoghi dove sono stati arrestati i più pericolosi latitanti, ma non solo: coltivare la memoria attraverso la mappatura degli omicidi e delle stragi di mafia, oltre che delle famiglie mafiose non più operanti su un certo territorio. Un’App completamente integrata con WikiMafia – Libera Enciclopedia sulle Mafie, dalla quale verranno tratte tutte le informazioni rilevanti su ogni luogo, in grado di contrastare, grazie al supporto delle mappe, l’inconsapevolezza su una delle più grandi piaghe sociali del pianeta. Non si tratterà quindi di semplici mappe, ma di una vera e propria enciclopedia geografica portatile, la prima del suo genere.

 

Tutte le info qui

“L’eucaristia mafiosa” in Emilia Romagna (e anche Bologna)

presentazioni e-r 2015

 

 

Cos’hanno in comune le organizzazioni criminali e la Chiesa di Roma? Com’è possibile che proprio nelle quattro regioni più devote di Italia – Sicilia, Calabria, Puglia e Campania – siano nati questi fenomeni criminali così feroci?  A queste e molte altre domande cerca di dar risposta “L’eucaristia mafiosa”, spinoso lavoro di Salvo Ognibene, che, dopo le intense anteprime in Sicilia è pronto per confrontarsi con il nord Italia. Dall’Emilia Romagna, al Piemonte e alla Lombardia.

Il lavoro di Salvo Ognibene prosegue su www.eucaristiamafiosa.it

L’eucaristia mafiosa – La voce dei preti

L’eucaristia mafiosa – La voce dei preti, opera prima di Salvo Ognibene, affronta il controverso rapporto tra mafia e Chiesa cattolica, una storia che va dal dopoguerra ai giorni nostri. Una storia di silenzi e di mancate condanne che dura da decenni e che è stata interrotta da rari moniti di alti prelati, dall’impegno di pochi ecclesiastici e da alcune morti tristemente illustri come padre Pino Puglisi e don Peppe Diana. Pur percorrendo la linea già segnata da due grandi studiosi come Nicola Gratteri e Antonio Nicaso, il libro si presenta con un taglio diverso, interroga i protagonisti della Questione. Le voci dei religiosi-testimoni all’interno del libro ripercorrono tutta l’Italia: Monsignor Pennisi; Don Giacomo Ribaudo; Monsignor Silvagni; Don Giacomo Panizza; Don Pino Strangio, Suor Carolina Iavazzo. Preti e suore che hanno preso posizione e hanno fatto del Cristianesimo, ognuno a modo proprio, uno strumento di lotta alle mafie.



In presentazione:

GIOVEDì 29, MILANO ore18:30

MERCOLEDì 28, TORINO

MARTEDì 27,MILANO

LUNEDì 26, PIACENZA ore18:30

DOMENICA 25, Canale Italia ore 6:00

SABATO 24, GUASTALLA (RE) ore 18:00

VENERDì 23, RAVENNA ore 18:30

GIOVEDì 22, BOLOGNA (2 eventi) ore 17:30 e 20:45

MERCOLEDì 21, REGGIO EMILIA ore 21:00

MARTEDì 20, FORLì ore 19:30

LUNEDì 19, PARMA ore 16:30